“Pozzetti, buche, piccole fosse, silos…”. Le strutture in negativo neolitiche di piccole dimensioni: metodi di indagine e problemi interpretativi

“Pozzetti, buche, piccole fosse, silos…”. Le strutture in negativo neolitiche di piccole dimensioni: metodi di indagine e problemi interpretativi

Il 3° Incontro Annuale di Preistoria e Protostoria ale strutture in negativo neolitiche di piccole dimensioni. Si intende promuovere un aggiornamento allo stato dell’arte sul tema, alla luce delle più recenti acquisizioni e del confronto di differenti esperienze sotto l’aspetto geografico, degli approcci teorico-metodologici applicati, nonché dei percorsi interpretativi intrapresi dagli specialisti del settore.

Roma ed il mondo adriatico: dalla ricerca archeologica alla pianificazione del territorio

Roma ed il mondo adriatico: dalla ricerca archeologica alla pianificazione del territorio

L’Università di Macerata, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche in collaborazione con la Regione Marche, l’Associazione Museale della Provincia di Macerata e la Provincia di Macerata ed il progetto “AdriAtlas”, nell’ambito del Progetto DCE della Regione Marche “PlayMarche – Un distretto Regionale per i Beni Culturali 2.0”, organizzano nei giorni 19 e 20 maggio 2017 un Convegno dedicato ai processi di trasformazione culturale che hanno caratterizzato il territorio adriatico fra IV e I secolo a.C., in particolare al momento del contatto con Roma, ed agli strumenti di tutela preventiva da applicare per la difesa e valorizzazione del patrimonio archeologico in area adriatica.

Le età del Bronzo e del Ferro in Italia: contesti protostorici in scavi urbani. PROGRAMMA

Le età del Bronzo e del Ferro in Italia: contesti protostorici in scavi urbani. PROGRAMMA

Alla protostoria e alle indagini di contesti delle età del Bronzo e del Ferro effettuate in aree urbane o urbanizzate è dedicato il II IAPP – Incontro Annuale di Preistoria e Protostoria.

Le problematiche relative allo scavo di contesti urbani e di insediamenti moderni, che notoriamente presentano specifiche complessità tecniche, metodologiche e interpretative, sono state affrontate in diverse città italiane soprattutto in relazione alle fasi insediative di età classica e medievale. Tuttavia le indagini degli ultimi decenni hanno talvolta messo in luce, alla base di stratificazioni urbane, preesistenze anteriori, risalenti alle età del Bronzo e del Ferro o anche più antiche.
Le vicende svoltesi attraverso il tempo possono aver nascosto o in parte distrutto le fasi più antiche, la cui esplorazione può risultare particolarmente difficoltosa. La presentazione delle differenti esperienze, sovente nate da scavi di emergenza o all’interno di indagini di archeologia preventiva, contribuirà allo scambio di aggiornate metodologie di ricerca e di analisi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: