Nata a Venezia nel 1991, ho completato nel 2013 il percorso di laurea triennale a Venezia in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività culturali.

Durante i miei studi triennali ho vinto una borsa di studio Erasmus, che mi ha dato la possibilità di studiare per 6 mesi presso l’Univeristà inglese di Warwick. Grazie a questa esperienza, ho constatato in prima persona l’importanza di conoscere altri ambienti accademici, invece di concentrarsi ed essere influenzati soltanto delle interpretazioni degli studiosi della propria università di appartenenza. Per questa ragione, ho pensato che sarebbe stato più stimolante e produttivo completare il mio percorso magistrale in Archeologia Classica a Pisa, piuttosto che rimanere a Venezia.

Dall’ottobre del 2016, frequento un Master, della durata di due anni, in History of Art and Archaeology of East Asia with Intensive Language Program Korean Pathway presso la School of Oriental and African Studies (SOAS) di Londra e sono detentrice della borsa di studio SOAS AKS postgraduate bursary.

Durante i miei studi in Italia, ho avuto l’opportunità di partecipare a numerosi scavi, non soltanto con la mia università, ma anche con diverse altre in tutta Italia. Grazie a queste esperienze ho avuto modo di conoscere i diversi approcci, che i vari gruppi accademici archeologici hanno verso l’attività di scavo.

Attualmente, ho deciso di focalizzare i miei studi verso l’archeologia dell’Estremo Oriente. Questo cambiamento di settore, mi ha confermato come, la mancanza di comunicazione tra gli studiosi dei diversi ambiti e periodi archeologici, abbia creato dei “compartimenti stagni” all’interno del mondo accademico. Penso che, nel contesto attuale, la conoscenza e le teorie non possono progredire a causa di una mancanza di discussione tra gli studosi dei diversi ambiti. A maggior ragione se si considera il fatto che spesso la discussione di argomenti non sempre totalmente inerenti al nostro ambito di studi, può aiutare ad avere una migliore conoscenza della materia di nostro interesse.

Per questa ragione, ho deciso di co-fondare e organizzare il sito Archeoadvisor.com, con la speranza che facilitando il contatto tra giovani studiosi di diversi ambienti accademici, la loro ricerca, e quella degli studiosi con cui entreranno in contatto, possa migliorare.


Potete contattarmi attraverso:

e-mail: pellizzaro.valentina@archeoadvisor.com
Fb: vale.pellizzaro
Instagram: valepellizzaro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: